IDI News

La sanità del futuro e le infrastrutture digitali

Nel panorama della continua evoluzione del settore sanitario, l’implementazione di avanzate tecnologie emerge come chiave fondamentale per plasmare la sanità del futuro in modo più personalizzato, efficiente e sostenibile. Questo tema di straordinaria rilevanza è stato presentato mercoledì 10 gennaio al convegno “La sanità di domani,” che si è svolto presso la Camera dei Deputati. L’Ing. Giampaolo d’Agnese, Direttore Pianificazione Strategica, Innovazione e Sviluppo, dellIDI – Istituto Dermopatico dell’Immacolata, è intervenuto al convegno discutendo sul tema: Interoperabilità applicata ai percorsi di diagnosi e cura attraverso infrastrutture digitali. L’evento è stato promosso dall’Intergruppo Emergenza Sanità e Ripresa, offrendo un’opportunità unica di esplorare le prospettive rivoluzionarie che la tecnologia può apportare al futuro del sistema sanitario.
Come sottolineato dall’Ing. d’Agnese, nel contesto della crescente digitalizzazione del settore sanitario, emerge l’esigenza di creare una piattaforma innovativa, aperta a tutte le strutture sanitarie, sia pubbliche che private, di qualsiasi dimensione e specializzazione. L’obiettivo del futuro è implementare un sistema di accreditamento e registrazione basato sulle caratteristiche specifiche di ciascuna struttura, affinché possa svolgere un ruolo adeguato all’interno del percorso sanitario, che comprende diagnosi, cura e follow-up.
L’utilizzo di una piattaforma digitale consente ai medici di definire immediatamente percorsi personalizzati in base all’esito di visite o esami effettuati dai pazienti. Questa personalizzazione tiene conto della tipologia e della gravità delle patologie individuate, risultando possibile grazie a un elevato livello di interoperabilità tra tutti gli attori coinvolti nel percorso sanitario.
Ogni struttura sanitaria diventa così un punto di accesso al “Sistema Sanitario” attraverso la piattaforma digitale. Quest’ultima gestisce in modo efficiente e sostenibile i percorsi diagnostico-terapeutici, offrendo servizi online e on-time. Ciò non solo ottimizza l’efficacia della sanità, ma contribuisce anche a contenere i costi.
Le tecnologie chiave che alimentano questa trasformazione includono la Robotic Process Automation (RPA), la Telemedicina, il Fascicolo Sanitario Elettronico, il Process Mining, l’Intelligenza Artificiale, il Metaverso e il Data Lake.
Robotic Process Automation (RPA):
La RPA coinvolge tutte le tecnologie, i prodotti e i processi legati all’automazione. I “software robot” possono eseguire attività ripetitive imitando il comportamento umano, consentendo al personale sanitario di concentrarsi su attività di maggior valore. L’automazione riduce i margini di errore, i tempi di esecuzione e i costi.
Process Mining:
Questa tecnologia identifica, disegna e analizza i processi utilizzando dati di log dei sistemi informativi. Applicando algoritmi di data mining e machine learning, si ottiene un aumento della qualità delle cure, una riduzione dei costi associati e una migliore comprensione dei percorsi di cura.
Intelligenza Artificiale:
L’IA offre numerose possibilità nel settore sanitario, migliorando l’efficienza e l’accuratezza delle attività di prevenzione, diagnosi, trattamento e monitoraggio delle malattie. Contribuisce inoltre a rafforzare l’erogazione dei servizi sanitari, migliorare la sorveglianza della salute pubblica e supportare la gestione dei sistemi sanitari sotto pressione.
Metaverso:
Il Metaverso, con la convergenza di realtà virtuale, realtà aumentata e intelligenza artificiale, rappresenta un potenziale strumento per migliorare la qualità del sistema sanitario. Può contribuire a garantire pari opportunità di formazione per medici e operatori sanitari e facilitare la creazione di database sanitari globali.
Data Lake:
Il Data Lake è un archivio di grandi dimensioni che conserva dati grezzi e non strutturati provenienti da diverse fonti, come laboratori, imaging medico e dati demografici. Nell’ottica di superare gli ostacoli del Fascicolo Sanitario Elettronico, è essenziale adottare un approccio più agile e flessibile, integrando pienamente il concetto di Data Lake.
In conclusione, l’implementazione delle tecnologie presentate e discusse al convegno rappresenta un passo fondamentale verso la trasformazione della sanità. La creazione di una piattaforma interoperabile, supportata da avanzate soluzioni come la RPA, la Telemedicina e l’IA, promette un sistema più personalizzato ed efficiente. Il Metaverso e il Data Lake aprono scenari innovativi, migliorando la formazione medica e la gestione dati.
Questa evoluzione, presentata al convegno “La sanità di domani,” evidenzia un futuro dove la tecnologia diventa un catalizzatore per un sistema sanitario più accessibile, sostenibile ed efficace.